Bilanci e prospettive per il mercato dell’eCommerce nel 2015: le Dot Com corrono e retailer rincorrono

Written by Insem Webmarketing on . Posted in consulenza e-commerce, E-COMMERCE, e-commerce mobile, siti e-commerce

 mercato ecommerce Italia

Il mercato dell’e-commerce in Italia nel 2014 ha registrato un aumento di circa 2 miliardi di euro con un fatturato di circa 13,3 miliardi e nel 2015 si prevede un pareggio o addirittura un raddoppio. Questo è quanto emerge dall’ultimo rapporto sul mercato dell’e-commerce B2c in Italia realizzato da Netcomm e della School of Management del Politecnico di Milano, che evidenzia come il tutto sia trainato dalle cosiddette Dot Com, ovvero player dell’eCommerce in costante crescita come Amazon, eBay, Expedia (per citare le più grandi), che da sole generano più di metà dell’intera crescita, grazie ad un aumento superiore alla media del mercato del 22% rispetto al 2013.

Infatti, il titolo del report è L’eCommerce B2c in Italia: le Dot Com corrono, i retailer rincorrono” ed evidenzia il fatto che se da un lato vendite ed acquisti online sono trainati dalle Dot Com, dall’altro i retailer classici cercano di raggiungere risultati simili puntando sulla competitività, l’assistenza, ma non solo. Le Dot Com pesano infatti circa il 54% sulle vendite online in Italia, mentre il restante 46% si suddivide tra produttori con il 32% e retailer tradizionali con il 14%. Se ci si sofferma soltanto sulle vendite dei prodotti online le Dot Com pesano il 70% sulle e-commerce in Italia anche se non tutte queste realtà registrano margini di guadagno in attivo, vista la competitività del settore e la nascita continua di realtà simili.

ecommerce in Italia

Un dato molto importante riguarda la crescita delle aziende che hanno attivato siti e-commerce nel 2014, soprattutto in riferimento ai brand tradizionali ed ai produttori e retailer con una copertura del 30% circa dei siti che si sono rivolti ad un unico gestore per service provider completo, con sviluppo del sito e-commerce, gestione della comunicazione, consulenza e-commerce e dei servizi logistici. 

I settori che registrano il fatturato maggiore sono i comparti di prodotto come abbigliamento ed informatica, elettronica di consumo, turismo con 1/4 della crescita totale. La vendita via dispositivi Mobile nel 2014 raddoppia raggiungendo quota 1,3 miliardi di euro e se si aggiungono anche le vendite via Tablet la quota arriva al 20% sul totale della crescita dell’e-commerce con una un +66% rispetto al 2012 ed al 2013.

Il report offre due prospettive di raccolta dati relative al mercato dell’e-commerce italiano, considerando sia la vendita dai siti e-commerce italiani in tutto il mondo che gli acquisti on line da parte degli italiani su siti italiani e stranieri.

Tra le Startup concentrate sull’e-commerce registrano i migliori risultati i  settori Abbigliamento (30%), Arredamento e Design (10%), Food&Wine (8%) e Turismo e trasporti (7%), mentre comparti molto attivi sono la Ristorazione, i Prodotti per l’infanzia, la Cosmetica e il Ticketing.  Un comparto in ascesa nel 2014 è senza dubbio il Food&Wine con un valore di mercato di oltre 200 milioni di euro ed una crescita del 30%, seguito dall’arredamento con 130 milioni di euro ed una crescita del 100%, e da profumeria e cosmetica a quota 40 milioni con il 25%. In questo contesto si inserisce il comparto Grocery ovvero la spesa da supermercato, con un valore di mercato complessivo di + 18% e 160 milioni di euro di fatturato. A questi settori si aggancia la ripresa dell’Export che raggiunge quota 2,5 miliardi di euro ed una crescita del 24%  con valore delle esportazioni di 1/5 delle vendite da siti web italiani con turismo in testa( portali di hotel, tour operator, operatori del trasporto), ma anche abbigliamento: mercati di riferimento Europa ed USA, Russia e Giappone.

Fonte: Osservatori Digitali

La Stampa.it

 

Tags: , ,