Collegare l’account Google Adwords con Analytics: 5 buoni motivi per migliorare una Campagna di advertising online

Written by Insem Webmarketing on . Posted in campagna adWords, campagne pay per click, Search Engine Marketing, SEM

Campagna Adwords

Volete sapere in quale momento della giornata gli utenti fanno clic sui vostri annunci pubblicitari? Qual è la percentuale di Bounce Rate o il numero medio di pagine visitate? Se non avete ancora collegato il vostro account Google Adwords alla piattaforma Analytics, dopo la lettura di questo articolo comprenderete quali sono i motivi per farlo subito.

Google Analytics è uno strumento fondamentale per poter analizzare il comportamento degli utenti provenienti dalle inserzioni pubblicitarie della vostra campagna Adwords con dati come la frequenza di rimbalzo, il numero di Pagine per visita, la Durata media di presenza sul sito. In questo modo, una valida agenzia SEO è capace di prendere decisioni più consapevoli e migliorare il ROI della campagna AdWords del proprio cliente, intenzionato a promuovere il proprio business online. L’integrazione dei due strumenti di Mountain View si rivelerà strategica per capire se è necessario investire ancora di più nella campagna Adwords oppure ridurre il budget.

Campagna Adwords

Un esempio? Avete scoperto tramite il Rapporto Adwords à Campagna che gli annunci della vostra campagna Adwords presentano un tasso di conversione più basso rispetto alla media del sito. Cosa dovrete capire da un simile dato? Prima di tutto, potete ipotizzare di controllare le pagine di destinazione della campagna Adwords, verificandone la pertinenza e l’efficacia. Poi potrete pianificare eventuali test e controllare se i vostri prezzi sono abbastanza competitivi rispetto a quelli dei concorrenti. O meglio ancora, rivolgervi a Sem Specialist che abbiano un’ampia conoscenza delle migliori strategie di Sem Advertising da implementare.

 Campagna Adwords

Lo strumento di web analysis messo a disposizione da Google consente di determinare i percorsi intrapresi dagli utenti per navigare tra le pagine del sito, una volta che hanno cliccato su uno degli annunci della campagna Adwords. Ma i vantaggi non sono finiti qui. Tra i più rilevanti ci sono: la possibilità di distinguere chiaramente il traffico a pagamento e non; conoscere la potenzialità delle singole campagne e delle parole chiave in termini di ritorno sull’investimento; sfruttare i meccanismi di Remarketing per potenziare le conversioni.

Il collegamento di Google Adwords a Google Analytics è il metodo giusto per ottimizzare le strategie di presenza sul mercato, di affinare l’offerta e di far crescere il business di un’azienda. La nostra agenzia seo, conoscendo a fondo tali dinamiche, vuole elencarvi 5 buoni motivi per utilizzarlo e cominciare a migliorare la vostra campagna pubblicitaria, offrendo in cambio il suo aiuto grazie ad un team di professionisti certificati e qualificati.

 

1. AVERE UNA FOTOGRAFIA DETTAGLIATA DEL COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI DEL SITO AZIENDALE

Il traffico generato dalle campagne Adwords viene distinto in maniera più definita e netta, fornendo notizie utili su frequenza di rimbalzo, durata media visita, % nuove visite. Con il collegamento è possibile tracciare approfonditamente tutta una serie di azioni non legate strettamente ad un acquisto effettuato dall’utente.

Con parametri quali la “Durata media della visita” o le “Pagine viste per visita” diventa più semplice per gli esperti di consulenza Adwords comprendere quali sono gli utenti più attivi e scoprire le opportunità per convertirli in clienti potenziali per le campagne, regolando le offerte, potenziando l’invito all’azione delle pagine di destinazione.

 

2. CREARE LISTE DI REMARKETING ADWORDS DIRETTAMENTE IN ANALYTICS

consulenza Adwords

Le liste di Remarketing possono aiutare gli inserzionisti a segmentare notevolmente il pubblico in riferimento a parametri come sesso, età, interessi. In questo fornisce uno strumento valido il Rapporto Demografia ed Interessi di Analytics che vi consentirà di realizzare annunci pertinenti in relazione alle informazioni rilevate sul vostro sito. Ad esempio, potrete soffermare la vostra attenzione sugli utenti che non hanno convertito dopo aver effettuato un certo numero di visite, utenti che hanno visionato una pagina di offerta ma non hanno acquistato il prodotto, utenti che provengono da una determinata località.

 

 

 

3. CONOSCERE IN DETTAGLIO LA POSIZIONE DEGLI ANNUNCI DELLA CAMPAGNA ADWORDS

Il Rapporto Posizioni Parole Chiave Adwords consente di visualizzare le parole chiave che hanno attivato gli utenti, il numero di visitatori che gli annunci hanno portato al sito e le posizioni nelle pagine dei risultati di ricerca di Google in cui sono comparse le inserzioni pubblicitarie. In questo caso, i professionisti della consulenza Adwords non possono fare altro che ottimizzare la campagna operando sul Punteggio di Qualità.

Altrettanto utile allo scopo, può essere il Rapporto Query di Ricerca con Corrispondenza in Analytics, che permette di identificare le specifiche parole chiave con cui gli utenti cercano il prodotto o servizio dell’azienda,  permettendo all’inserzionista di perfezionare l’elenco di parole chiave di AdWords, raggiungere un pubblico più vasto e pubblicare gli annunci in maniera più efficace.

 

4. SCOPRIRE LE LANDING PAGE MENO EFFICACI PER LE CONVERSIONI

Sapete se le vostre pagine di destinazione sono associate correttamente agli annunci della campagna Adwords? Anche in questo caso il collegamento tra Adwords ed Analytics diventa fondamentale per raccogliere tutta una serie di dati utili al fine di migliorare la vostra attività di advertising online. Se si evidenzia che le pagine di destinazione della campagna hanno frequenze di rimbalzo troppo elevate potrebbe essere necessario modificarle o riscrivere annunci più pertinenti. Gran parte di queste informazioni derivano dal Rapporto URL di destinazione Adwords, che permette di conoscere quali sono le landing page che suscitano maggiore interesse e che stimolano ad effettuare conversioni.

 

5. MONITORARE LE TRANSAZIONI SE SI POSSIEDE UN’E-COMMERCE

consulenza Adwords

Per comprendere quali azioni portano effettivamente valore all’azienda, è di primaria importanza utilizzare il codice di monitoraggio e-commerce ed impostare obiettivi mirati per portare realmente valore al business. Il Rapporto Analisi dei Costi di Google Analytics consente di importare direttamente i dati sui costi delle campagne Adwords, ma le sue potenzialità non si fermano qui. Un sito e-commerce che si rispetti deve analizzare, monitorare e considerare con intelligenza le performance di vendita grazie al collegamento tra Adwords e Analytics.

Il complesso rapporto tra conversioni e transazioni e-commerce deve essere curato da professionisti esperti, senza considerare la differenza tra obiettivi impostati in Google Analytics ed il conteggio delle conversioni in Adwords.

Come comprendere il percorso intrapreso dagli utenti verso la conversione? In questo Google Analytics si rivela uno strumento molto efficace grazie al Rapporto Visualizzazione canalizzazione e Flusso Obiettivo.

Impostata la canalizzazione, ovvero tutti i passaggi che gli utenti devono compiere per effettuare la conversione voluta, è possibile confrontare i dati delle diverse campagne e capire quali sono i punti in cui gli utenti abbandonano il percorso che li porta fino alla conversione. Possono esserci delle pagine di destinazione poco efficaci, oppure linee di prodotto poco invitanti per gli utenti.

 

 

La combinazione di Google AdWords e Google Analytics porta alla realizzazione del perfetto set di strumenti necessari ad un’agenzia seo che voglia consentire ai propri clienti di raggiungere obiettivi di business importanti.

 

campagna_Adwords_1

 

Tags: , , , , , ,