Fare SEO oggi. Che significa? E quali sono le tecniche giuste?

Written by Insem Webmarketing on . Posted in consulenza Seo, Ottimizzazione siti web, posizionamento Google, posizionamento seo, posizionamento sui motori di ricerca, Search Engine Optimization, SEO, strategie seo, strategie web marketing, WEB MARKETING

 Fare seo-posizionamento motori di ricerca

Cosa vuol dire “fare SEO” oggi? E quali sono le tecniche giuste? Esistono tecniche standardizzate per ogni tipologia di business?

Le domande sono diverse e abbiamo pensato di scrivere un articolo sui generis: da una parte semplici domande e risposte, che potremmo addirittura definire, per gli addetti ai lavori, “banali”. Dall’altro lato una specie di vademecum per incominciare a capire come fare Seo in maniera corretta. Il posizionamento sui motori di ricerca, infatti, non è una scienza esatta ma non corrisponde neppure a un insieme di tecniche per “debuttanti allo sbaraglio”.

Prima di tutto una provocazione ma anche una “mezza” verità. Chi fa SEO sul serio, è anche chi alla SEO ad un certo punto non ci pensa più. O meglio, ci pensa ma senza esserne ossessionato, cosa che può arrivare ad inficiare sui risultati a causa di un eccesso di ottimizzazione, per quanto concerne ad esempio i contenuti.

Google-Webmaster-Tools

E’ Google stesso a dire che per fare seo correttamente è indispensabile, ad un certo punto, dimenticarsene e non creare esclusivamente contenuti pensando al motore di ricerca ma basandoli nella maniera più assoluta sulla qualità e pertinenza delle tematiche ricercate dagli utenti e con cui vogliamo attirarli. In sostanza, pensare agli utenti e a cosa vogliono e non soltanto a ciò che Google chiede.

Le norme sulla qualità che Google mette in evidenza nella sezione dedicata, devono essere assolutamente tenute in conto da chi progetta e realizza un sito web SEO oriented:

Norme sulla qualità – Princìpi di base

  • Progetta le tue pagine per gli utenti, non per i motori di ricerca.
  • Non ingannare i tuoi utenti.
  • Evita i trucchi per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca. Una buona regola generale è chiederti se ti sentiresti a tuo agio nello spiegare il tuo comportamento a un sito web concorrente o a un dipendente di Google. Un altro test utile consiste nel chiederti se quanto stai facendo sarà d’aiuto ai tuoi utenti e se lo faresti ugualmente se i motori di ricerca non esistessero.
  • Pensa a ciò che rende il tuo sito web unico, prezioso o coinvolgente. Fai in modo che il tuo sito web si distingua dagli altri nel tuo campo.

Fonte: Google

Ecco quindi le domande, in sostanza una specie di “FAQ” sulla SEO, soprattutto per chi è alle prime armi:

Far SEO vuol dire inserire all’interno di un testo le parole chiave/keywords con le quali vogliamo farci trovare?

In un certo senso si, ma le keywords vanno scelte attraverso criteri precisi che riguardano quello che viene definito volume di ricerca ed in base alla corrispondenza con i contenuti specifici del nostro business on line. Questo lavoro va fatto fare ad esperti SEO.

Come si inseriscono le parole chiave/ keywords all’interno di un testo?

L’inserimento delle keyword all’interno di un testo per la SEO deve essere quanto più fluido e naturale possibile, mai forzato e va fatto tenendo conto sia delle regole di Google che dei suoi algoritmi, i quali penalizzano testi che contengono una densità troppo alta di keywords ed hanno una soglia precisa di inserimento. La prima cosa di cui tenere conto però, è sempre ed in prima istanza, la qualità dei contenuti: i testi per l’ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca va fatta fare a chi sa scrivere e non a “web writer” improvvisati.

Per ottimizzare in chiave seo un sito web è necessario mettere mano al codice?

In genere si fanno dei piccoli interventi sul codice relativi ad esempio ai tag ed ai metatag, una serie di parole che corrispondono alle keywords con le quali ci si vuole far trovare dagli spider dei motori di ricerca, inserendo anche alcuni codici di verifica, come quello di monitoraggio di Analytics, quello di Google e di Bing. Si tratta dei codici necessari per l’indicizzazione del sito web nei motori di ricerca. Ma non solo. Per agevolare al meglio l’indicizzazione in tal senso, è oppurtuno essere quanto più descrittivi possibile con i TITLE e gli ALT del sito; per far questo, con la diffusione sempre maggiore di cms come wordpress, joomla, drupal e così via,  non c’è neanche bisogo di “entrare nel codice” ma basta effettuare le modifiche all’interno del pannello di gestione del sito web.

Quindi, cosa è consigliabile ottimizzare per farsi trovare più in fretta da Google, Bing, Yahoo e gli altri motori di ricerca?            

Oltre ai contenuti, intesi non solo come testi ma anche come immagini e video, è importante ottimizzare le url delle pagine di ogni sito web in maniera SEO friendly e segnalarle, soprattutto ogni volta che si pubblicano nuovi contenuti, agli strumenti per Webmaster di Google e a Bing. E’ importante sottolineare che un sito web aggiornato di frequente con contenuti interessanti ed originali ha maggiori possibilità di posizionarsi nelle SERP.

In rete per fare Seo in autonomia esistono diversi manuali e tool, ognuno a suo modo più o meno valido e più o meno “tecnico”. In realtà un sito web, inteso come progetto per via della complessità e varietà del mondo della Search Engine Optimization, e delle diverse componenti in gioco, vive di aspetti funzionali e legati al marketing, come ad esempio la velocità di caricamento e la pertinenza di contenuti con il business di riferimento e con le ricerche compiute dagli utenti online. Un esperto Seo è anche colui o colei in grado di consigliare una strategia di web marketing mirata, in grado di portare una serie di conversioni alle aziende che investono nella Seo ed ottenere risultati in base alle potenzialità espresse dal settore di riferimento.

fare seo-facebook

In ogni caso, al di là di manuali e tecniche spicciole, non esistono delle metodiche standardizzate uguali per tutti anche perché il mondo della SEO è in continua evoluzione. Se fino a poco tempo fa bastavano url e parole chiave pertinenti, oggi la semantica è diventata preponderante. Se immagini e parole scritte sembravano fondamentali per attirare l’attenzione dei crawler di Google & CO, oggi anche i video sono diventati di primaria importanza. Infine, ma non meno importante, l’influenza determinante dei social network, primo fra tutti Facebook,  con contenuti sempre più mirati e personalizzati, che si rifanno in un certo senso, al suo più grande competitor, ovvero Google, entrambi infatti impegnati nella ricerca sul Deep learning. Ciò che è importante distillare da questo quadro generale è che il mondo della SEO è in continua evoluzione e ciò che c’è nello scenario di oggi, tra un paio di anni potrebbe cambiare radicalmente. Proprio per questo affidare la propria attività ad esperti seo, aggiornati e formati a dovere, quindi in grado anche di fornire la giusta consulenza, è indispensabile per seguire i cambiamenti che il mondo del web mette in atto giorno per giorno.

Tags: , , , ,