Gestire la Brand Reputation online, fa la differenza! Segui alcuni tool

Written by Insem Webmarketing on . Posted in brand Reputation, web reputation

palloncinoSpesso ci ritroviamo di fronte a clienti che pur dirigendo un’ attività, non riescono a capire come una cattiva gestione della reputazione online possa danneggiare, in maniera irreversibile, l’ immagine aziendale e di conseguenza le vendite della stessa. Una corretta e propositiva gestione della Brand Reputation, invece, è chiaramente determinante sull’  impatto delle entrate di un’azienda.

Ma cosa si può fare per proteggere la buona immagine della propria azienda nell’ infinito mondo del web? I proprietari di moltissime aziende sono spesso presi alla sprovvista da problemi di reputazione online; molti non si rendono nemmeno conto del potenziale danno di una cattiva reputazione online e peggio ancora della totale assenza di intervento su questa. Il più delle volte questa inerzia scaturisce dalla errata convinzione che non si può gestire o frenare ciò che la gente dice o pensa, che i social rappresentano uno strumento troppo potente attraverso i quali esprimere opinioni sulle quali è difficile intervenire.

Tutto questo è in parte vero, ma solo in parte; di certo non si può impedire ad un utente di raccontare la propria esperienza negativa con la nostra azienda ma di certo si può provare a dialogare ed avere un confronto con lo stesso, per capirne i motivi e dimostrare, indirettamente, che l’azienda ascolta il proprio cliente e cerca di migliorarsi. Tutti i clienti vogliono sentirsi “coccolati” da un’ azienda, vogliono sentirsi considerati, ascoltati. Non sottovalutare questo aspetto, potrebbe da solo determinare il successo o meno della tua attività.

Trascorrono lunghi anni per lo sviluppo di un marchio forte, ecco perché può essere oltre modo  inquietante svegliarsi un giorno, entrare nel web e leggere osservazioni diffamatorie, opinioni negative, ancor più quando compaiono on line, giudizi che si muovono al di là di una critica costruttiva per includere accuse oltraggiose o osservazioni calunniose. Ancora, le recensioni negative su siti che hanno ampio spazio sui motori di ricerca e che, considerati attendibili, restituiscono automaticamente  credibilità a ciò che viene scritto. A prescindere da ciò che vero a ciò che non lo è, questi i risultati di ricerca negativi mettono a repentaglio la reputazione online della società.

agenzia-reputationPerché rischiare? Affidarsi ad un’ agenzia di web marketing specializzata, scongiura questo pericolo; a seconda del servizio acquistato, è possibile monitorare costantemente i risultati raggiunti dall’ azienda in termini di  Brand Reputation ed intervenire, laddove necessario, affinché i probabili commenti negativi diventino positivi. S i tratta di un’ analisi continua, di uncontrollo costante laddove bisogna avere la giusta tempestività nel caso in cui ci fosse bisogno di un intervento. Si tratta di vere e proprie strategie di web marketing, ecco perché non ci si improvvisa professionisti del settore quando non lo si è; i commenti positivi oggi, non vanno considerati come definitivi, non è detto che saranno così anche domani. I risultati dei motori di ricerca possono cambiare in qualsiasi momento in base a recenti notizie, social media, cambiamenti algoritmo o una serie di altri fattori. Creare e mantenere una reputazione positiva online è un processo continuo e costante che richiede l’aiuto di professionisti esperti.

Alcuni consigli….

La natura in tempo reale dei social media può spesso rivelarsi un’ arma a doppio taglio se mal gestita; il  primo passo è quello di fare tutto il possibile per evitare che un problema si trasformi in una crisi di reputazione, ciò include la pianificazione sull’ utilizzo delle piattaforme online, la gestione e il monitoraggio continuo dei profili social sui quali è attiva la nostra azienda; i clienti si aspettano risposte rapide, convincenti, propositive, risolutive.

Un’ agenzia seo specializzata svolge importanti attività di promozione del marchio aziendale e protezione dello stesso, in particolare:

 - campagne di pubbliche relazioni

- aggiornamenti social media

- sviluppo di contenuti

- sviluppo di siti web “satelliti” a quelli aziendali, come blog e forum di supporto.

 Tuttavia, una volta “debellata” la cattiva reputazione, è bene adottare misure precauzionali per garantire stabilità. Come?

1. Controllare la conversazione su tutti i canali in cui è presente l’ azienda

2. Essere proattivi. Gli utenti vanno continuamente coinvolti; scrivere post, condividere esperienze, pubblicare dei tutorial, indire un sondaggio. L’ utente deve sentirsi protagonista

3. Prestare attenzione ai reclami ragionevoli o obiezioni, e fare tutto il possibile per ridurre il danno proponendo soluzioni, compromessi

4. Stabilire un rapporto simbiotico con il pubblico, creare un’ interazione continua e soprattutto costruttiva, scoprire cosa è importante per loro ed offrire consigli

5. Dare una voce all’ azienda.

Una buona Brand Reputation darà modo alla tua azienda di creare un rapporto di fiducia con il cliente, incentivando inoltre la fidelizzazione.

 

“Pubblicando contenuti che mostrino alle persone che hai capito i loro problemi e come puoi risolverli, costruisci credibilità. (Ardath Albee)”.

Tags: , ,