Il motore di ricerca più spaventoso del mondo: Shodan

Written by Insem Webmarketing on . Posted in Bing, come funzionano i motori di ricerca, Google, MOTORI DI RICERCA, ricerche Google, Shodan, Yahoo!

 

shodan3

Definito “Il motore di ricerca più spaventoso del mondo”, Shodan è in grado di rintracciare tutti i dispositivi ed indirizzi IP connessi al web in poche ore e, volendo, potrebbe diventare un valido alleato per testare la vulnerabilità nei confronti degli attacchi hacker dei prodotti connessi, individuandone gli eventuali bug.

shodan-controllo sistemi industriali

Un motore di ricerca molto diverso da quelli tradizionali come Google, Bing, Yahoo, dedicati alla ricerca dei siti internet, ma legato piuttosto ad Internet of Things, ovvero alle macchine connesse, sulle quali può letteralmente sviscerare “vita, morte e miracoli”. Un esempio? Un ricerca veloce sulle password più comuni ha rilevato che molti dispostivi di controllo, stampanti e server in rete utilizzano come login Admin e password 1234. La maggior parte dei sistemi collegati al web hanno impostazioni di base e sono per questo motivo facilmente violabili. Basta pensare che Shodan può scandagliare tutte le tipologie di dispositivi di controllo collegati al protocollo internet, compresi quelli di una centrale nucleare.

Shodan

Shodan consente di trovare nello specifico dispositivi, computer, server collegati ad internet mediante l’utilizzo di vari filtri, individuando ad esempio i servizi supportati, ovviamente il marchio, e tutte le possibili informazioni sul software prima ancora che esso interagisca con il server, raccogliendo dati sui web server ma anche da Ftp, SSH, Telnet (protocollo internet e locale) e non solo.

Ideato nel 2003 dal programmatore John Matherly, “il motore di ricerca più spaventoso del mondo” nasce dall’idea di intercettare tutto ciò che è connesso ad internet, dai sistemi di controllo ai semafori, alle telecamere di sicurezza alle piante acquatiche, dalle reti elettriche ai sistemi di riscaldamento domestico e così via.

shodan1

Un motore di ricerca nato quindi per individuare la pericolosità di determinati dispositivi con i relativi malfunzionamenti, ma non solo. Shodan è in grado di intercettarne tanti altri, purché connessi alla rete, come i sistemi di sicurezza per banche, università, multinazionali, arrivando fino ai monitor cardiaci fetali.

Un motore di ricerca che mette in evidenza la vulnerabilità dei dispositivi ed usato soprattutto da professionisti dell’informatica, ricercatori e forze dell’ordine.

Shodan fa inoltre parte dei tool di difesa del progetto Google Hacking, che comprende i risultati delle intrusioni sgradite di Shodan stesso, Google, Bing ed altri motori di ricerca.

Fonti: Wired, Wikipedia, Shodan Blog

Tags: , , , , , ,