Il nuovo tasto See First: algoritmo o scelta dell’utente? Facebook ci prova

Written by Insem Webmarketing on . Posted in Deep learning, Facebook, social media marketing, SOCIAL NETWORK, WEB MARKETING

 Facebook tasto SEE FIRST

Facebook sperimenta l’uso del tasto See First da parte degli utenti. In questi giorni il colosso di Menlo Park offre agli utenti della sua piattaforma la possibilità di scegliere cosa vedere per prima in bacheca, selezionando ulteriormente contenuti e notizie. Si tratta di un tentativo di migliorare l’esperienza di navigazione, da un lato, e dall’altro di far scegliere agli utenti “bypassando” per un momento l’algoritmo, che sin ora ha scelto in base ai dati di navigazione e agli elementi basati sulla Deep Learning cosa vedere e cosa no.

Per il marketing su Facebook il tasto “See First” riveste in ogni caso un’importanza specifica, dando agli inserzionisti la possibilità di essere sicuri delle preferenze degli utenti e della non esclusione dai loro filtri. Ma allo stesso tempo, come sottolinea un attuale articolo di Repubblica sull’argomento, See fisrt rischia di far chiudere gli utenti sempre nelle stesse casse di risonanza, escludendo tantissimi contenuti informativi. Questo perché, come dimostrato da un recente studio americano, la maggior parte dei giovani si informa proprio su Facebook.

Un altro modo per valutare la scelta di ciò che compare in bacheca ai primi posti è anche la durata con cui leggiamo o guardiamo un determinato post. L’algoritmo rileva quindi le preferenze senza bisogno che si clicchi su un post o su un video e senza mettere un “mi piace”. L’atteggiamento degli utenti di fronte ai post di Facebook è vario e l’interesse per un contenuto piuttosto che un altro non è detto che dipenda dal mi piace sotto di esso.

Che la scelta sia guidata dall’algoritmo o che sia effettuata dall’utente, Facebook diventa sempre di più un contenitore personalizzato di notizie e contenuti di vario tipo profilati in base alle preferenze degli utenti e dettati dalle esigenze di marketing di chi investe in questa piattaforma social.

 

Tags: , , ,