Offese e diffamazione su Facebook, arrivano multe salate

Written by Insem Webmarketing on . Posted in BRANDING, Facebook, SOCIAL NETWORK

 offese e insulti pagine facebook-ordinanza

Offese, insulti e intenti diffamatori su Facebook oggi potrebbero costare caro. Infatti, la multa stabilita da un giudice civile riguardo un episodio di insulti ed offese reiterate sulla pagina Facebook di una parrucchiera di Reggio Emilia, è stata di 100 euro al giorno se il post non fosse stato immediatamente rimosso, che sarebbero potuti diventare circa 3000 euro al mese e circa 36.500 euro all’anno.

strumento segnala facebook

Si è così stabilito che la multa andava pagata per ogni giorno che il post “incriminato” fosse stato presente sulla pagina Facebook. La questione relativa agli insulti, offese e diffamazioni via Facebook è stata finora lasciata un po’ al caso. Fino ad oggi, infatti, la rimozione dell’offesa su Facebook non era garantita, nonostante il “grande” social network avesse uno strumento apposito per segnalare i post ritenuti offensivi e/o diffamatori. Il perché è presto detto: lo strumento “segnala” di Facebook è a discrezione di ciò che decidono in merito gli amministratori e gestori del Social e non sempre i post ritenuti offensivi sono rimossi. E se lo sono, la rimozione del post potrebbe non essere immediata, con il risultato di continuare a fare danni d’immagine nei confronti di aziende e/o privati che spesso trovano le loro pagine intasate da vari tipi di insulti. Una cosa è infatti la critica ragionevole e costruttiva, una cosa l’offesa gratuita. Da oggi in poi potrebbe essere molto più difficile farla franca in caso di pubblicazione di insulti ed offese in libertà su Facebook: dal momento che è stato creato un precedente “legale” bisognerà  fare molta più attenzione ai post denigratori per non incappare in multe salatissime.

 Fonte: Il Resto del Carlino

Tags: , , ,