Search Results for ‘trend digitali’

I dati Audiweb sulla Total Digital Audience a Luglio 2015: in aumento la fruizione via Mobile

Written by Insem Webmarketing on . Posted in audience online, Google, WEB MOBILE

 

 Audiweb-total_digital_tempo_audience_luglio_2015

Con un +71%, la Total Digital Audience a luglio 2015 in Italia supera i dati di giugno(70%). Infatti, il 71%  della popolazione digitalizzata ha fruito di internet via tablet e smartphone, di cui il 60,6% mediante app. Solo il 29% ha navigato da un pc fisso. Sono oltre il 58% i giovani (18-24 anni) che nel giorno medio hanno effettuato l’accesso al web via dispositivi mobile, ma è la fascia che va dai 18 ai 24 anni a registrare una maggiore permanenza online( 2,14 h a persona).  

E-commerce internazionale: opportunità di business vincente per PMI e Made in Italy

Written by Insem Webmarketing on . Posted in consulenza e-commerce, E-COMMERCE, e-commerce mobile, INNOVAZIONE DIGITALE, siti e-commerce, WEB MOBILE

 E-commerce  internazionale, opportunità di business vincente per le PMI e per il Made in Italy-1

 Inglese, francese, russo, portoghese, spagnolo, arabo. Queste sono solo alcune delle principali lingue parlate oggi dall’e-commerce internazionale, un mercato che offre potenzialità di business enormi per l’Italia, la quale, però, su questo fronte risulta ben poco competitiva.

Le stime di settore prevedono che nel 2018 le vendite Cross Country nel mondo raggiungeranno i 308 miliardi di dollari con 130 milioni di acquirenti coinvolti: perché perdere una così abbondante fetta di mercato riservata al nostro paese, con le incredibili potenzialità che offre?

Google, Facebook, Microsoft: perché tutti vogliono il Deep Learning

Written by Insem Webmarketing on . Posted in Deep learning, INNOVAZIONE DIGITALE, pubblicità online, Web semantico

 Deep learning

Anche Microsoft, dopo Google e Facebook, si cimenta con il Deep Learning, ma con risultati di maggior successo anche rispetto al cervello umano.

Ma Perché tutti vogliono il Deep Learning?

Il cosiddetto “apprendimento profondo” ovvero il Deep Learning, è da un po’ di tempo oggetto di attenzioni da parte dei colossi dell’informatica e del web: Google e Facebook, in primis, in un’agguerrita concorrenza tra di loro, hanno infatti messo su una vera e propria “task force” tecnologica in questo senso. Lo scopo è quello di mettere a punto software ed algoritmi in grado di imitare il funzionamento del cervello o almeno dei neuroni, per scavare in profondità all’interno dei contenuti online.