Google Mobilegeddon day: col nuovo algoritmo penalizzati siti non ottimizzati per il mobile

Written by Insem Webmarketing on . Posted in agenzia seo, consulenza Seo, Ottimizzazione siti web, posizionamento Google, posizionamento seo, posizionamento sui motori di ricerca, REALIZZAZIONE SITI WEB, Search Engine Optimization, SEO, siti mobile, strategie seo, WEB MARKETING, WEB MOBILE

mobilegeddon-ottimizzare siti per mobile

Un nuovo algoritmo di Google focalizzato sui siti mobile friendly lanciato oggi 21 aprile 2015: questo è il nuovo update di Big G e Mobilegeddon è il nome con cui, il giorno del lancio è stato battezzato dagli esperti SEO, sottolineando una sorta di “ecatombe” nel  mondo dei siti web.

Infatti, il nuovo aggiornamento dell’algoritmo Google, già preannunciato a febbraio scorso, penalizzerà i siti non ottimizzati per il mobile, che in Italia e in Europa sono veramente in gran numero ed anche prestigiosi, come ad esempio, in primis, quelli di enti ed istituzioni importantissime, vedi i siti della banca centrale europea e del governo italiano, come risulta, da una prima analisi del Sole24 ore.

Scritte piccolissime, link eccessivamente vicini gli uni agli altri, area visibile sui dispositivi mobile non impostata: questi sono le problematiche più comuni riscontrate da Google analizzando i siti più importanti in Italia, almeno a livello istituzionale, come Governo.it.

 “The change is designed to help users find search results formatted for their device” Google.

Ad adeguarsi al nuovo algoritmo, sempre come evidenziato dal Sole24 ore, dovranno essere 8 università su 10 e il “65% delle aziende del Ftse Mib”. Ma, se si facesse una sorta di “censimento digitale” su quanti siano i siti ottimizzati per il mobile in Italia, racchiudendo tutte le PMI, probabilmente il dato sarebbe eclatante: l’algoritmo, che analizzerà anche il carattere “responsive” dei siti web presenti nel motore di ricerca più usato al mondo, è anche responsabile del suo posizionamento nei motori di ricerca.

mobilegeddoon-ottimizzare sito web per mobile

“We will be expanding our use of mobile-friendliness as a ranking signal. This change will affect mobile searches in all languages worldwide and will have a significant impact in our search results” Takaki Makino, in un post del blog di  per Google webmasters.

Cosa fare per adeguarsi al nuovo algoritmo? Occorre ottimizzare il proprio sito web per il mobile, rendendolo dal punto di vista grafico e contenutistico perfettamente adattabile allo schermo degli smartphone più diffusi, come iOS e Android. Questo determinerà anche il ranking del sito dalla ricerca via mobile: infatti, il nuovo Google update eviterà il posizionamento di siti web non ottimizzati per il mobile ai primi posti in classifica, per non fornire all’utente un’esperienza di navigazione poco gradita( scritte e immagini piccole, link confusi e accavallati tra loro, caricamento pesante, ecc.).

siti ottimizzati mobile-insem spa

Il motivo dell’aggiornamento è presto detto. Google ha registrato un netto aumento delle inserzioni pubblicitarie via mobile: la raccolta pubblicitaria sui dispositivi mobile dal 2012 ad oggi è triplicata arrivando a 6,3 miliardi di euro. Era quindi prevedibile che Big G aggiornasse presto anche il suo algoritmo, per fornire agli utenti un servizio di ricerca favorendo i siti ottimizzati per i dispositivi in mobilità.

Vuoi scoprire se il tuo sito è ottimizzato per il mobile? Google ha messo a disposizione un tool per effettuare questa verifica: https://www.google.com/webmasters/tools/mobile-friendly/

Per capire in maniera ancora più chiara perché attualmente è più importante che mai avere un sito web ottimizzato per il mobile, se non bastasse la notizia del nuovo algoritmo Google rilasciato oggi, fatevi un giro qui: troverete altre fondamentali ragioni per realizzare un sito web responsive, adatto alla versione desktop ma anche al tablet e allo smartphone e quindi pronto per essere analizzato dagli spider di Google e passare a pieni voti l’esame pro-Google-ranking.

Tags: , , , , , ,