Punteggio di Qualità in Adwords: come aumentare l’efficacia delle campagne Sem

Written by Insem Webmarketing on . Posted in campagna adWords, campagne pay per click, SEM

campagne_sem_1

La meritocrazia esiste. In Google Adwords l’espressione più elevata di questo concetto possiamo ritrovarla nel cosiddetto “Quality Score”, il punteggio associato ad ogni parola chiave che attribuisce automaticamente agli annunci rilevanza riuscendo a determinare l’efficacia delle campagne SEM.

Ottimizzando il punteggio di qualità si possono ottenere due scopi principali: realizzare annunci in maniera corretta per fornire all’utente un’esperienza migliore ed abbassare i costi per click che l’inserzionista deve mantenere. L’Adwords Quality Score è frutto  di una stima ottenuta dal mix perfetto di pertinenza degli annunci, di parole chiave scelte e di pagine di destinazione adoperate per la campagna Adwords.

Google Adwords può essere visto dalle aziende come un complesso sistema di opportunità, da utilizzare assolutamente in quanto elemento integrato e sinergico per il marketing aziendale. Infatti, i marketer possono avere dati utili per comprendere a fondo le intenzioni espresse dagli utenti, tramite le query direttamente ricercate grazie ai motori di ricerca, ma anche attraverso una serie di variabili come ora, luogo e device dai quali viene effettuata una determinata ricerca.

Impostare campagne SEM seguendo criteri di efficacia che consentano di ottenere un ottimo punteggio di qualità è il segreto delle migliori agenzie seo, capaci di pianificare un’attenta strategia di web marketing. Quando il Quality Score oscilla tra 6 e 10 non c’è nulla di cui preoccuparsi. Per fare ciò, però, è necessario avvalersi dei migliori consulenti web marketing per lo studio di una strategia di lungo termine.

Punteggio di Qualità in Adwords: i 3 componenti principali

 

campagne_sem_2

Associando ad ogni parola chiave un punteggio di qualità sulla base di una serie di indicatori, Google Adwords non fa altro che premiare gli annunci in grado di generare maggiore interesse per gli utenti. Tra gli indicatori principali possiamo evidenziare: la percentuale di clic (CTR) degli annunci e delle parole chiave della campagna; la qualità della pagina di destinazione, la pertinenza delle parole chiave e quindi degli annunci rispetto al prodotto/servizio pubblicizzato.

Appare chiaro, quindi, che per ottenere il massimo dei risultati dalla propria attività e sfruttare al meglio le potenzialità offerte dalla piattaforma Adwords, le aziende non devono soltanto aprire un Account e far partire delle semplici campagne pay per click. Bisogna determinare con attenzione un piano di web marketing strategico e di Sem Advertising che possa tenere conto degli obiettivi di marketing ed economici di un business.

Come migliorare il Punteggio di Qualità?

Dall’analisi diagnostica del punteggio di qualità è possibile aumentare la rilevanza degli annunci e la percentuale di CTR, migliorare l’esperienza degli utenti sulle pagine di atterraggio. Quando si avvia una campagna pay per click, è importante migliorare la posizione degli annunci lavorando sul punteggio di qualità.  Una posizione dell’annuncio più elevata equivale ad una migliore percentuale di CTR per una determinata query di ricerca.

campagne_sem_3

Ogni agenzia seo deve identificare gli anelli deboli della campagna Adwords impostata tenendo sempre a riferimento il punteggio di qualità assegnato. Alcuni consigli utili per gli inserzionisti potrebbero essere:

  • Generare un elenco di parole chiave pertinenti
  • Dividere le parole chiave in Gruppi di annunci raggruppati in base ad un Argomento
  • Creare annunci efficaci individuando ciò che cercano i clienti ed utilizzando lo Strumento Anteprima Diagnosi degli Annunci
  • Ottimizzare l’esperienza degli utenti sulla Pagina di Destinazione facendo attenzione a layout e contenuti
  • Utilizzare i sitelink e le altre estensioni per gli annunci

In che modo i componenti del punteggio di qualità influiscono sul ranking degli annunci?

Un punteggio di qualità elevato consente agli inserzionisti di beneficiare di un ranking degli annunci più elevato e, quindi, l’idoneità degli annunci ad essere pubblicati tra i primi risultati della ricerca a pagamento pur ottimizzando al meglio il CPC e non effettuando ingenti investimenti di denaro.

campagne_sem_4

Il sistema di Google Adwords opera con una logica ben precisa: più elevati sono i punteggi di qualità, migliori saranno le posizioni degli annunci ed inferiori i costi sostenuti dagli inserzionisti. Rispondere alle esigenze degli utenti, quelli che “volgarmente” fanno clic sull’annuncio, è possibile grazie alle indicazioni fornite dal punteggio di qualità e da tutti i fattori che concorrono a determinare il ranking degli annunci (CTR previsto dell’annuncio, CTR storico dell’URL di visualizzazione, qualità della pagina di destinazione, pertinenza degli annunci, rendimento geografico, rendimento in base ai dispositivi target).

Il punteggio di qualità punta a migliorare la user experience degli utenti. Infatti, seguendo i suggerimenti rilasciati nel nuovo WhitePaper di Google sul Quality Score,  si eviterà di dirottare gli utenti su siti che non contengono informazioni utili rispetto a quanto stavano cercando, di regalare false promesse e di compromettere la propria credibilità come azienda, di pubblicare annunci duplicati che non gioverebbero all’attività degli inserzionisti.

Una valida agenzia SEO deve essere capace di elaborare un’attenta strategia di web marketing, conoscendo a fondo le dinamiche della piattaforma Google Adwords e le impostazioni più corrette per le campagne SEM più proficue.

 

Tags: , , , , , ,